XIV commissione
Unione europea e governance economica
 
ultimi temi
 
speciale provvedimenti
 
L' Italia e l' Unione europea
Politica economica e finanza pubblica
Consiglio europeo straordinario - Bruxelles, 20 febbraio 2020
Il Consiglio europeo straordinario del 20 e 21 febbraio 2020 ha discusso del Quadro finanziario pluriennale dell'UE per il periodo 2021-2027. Come specificato dal Presidente Michel in una nota pubblicata al termine della riunione, sono chiaramente emerse l'impossibilità di raggiungere un accordo e la necessità di disporre di più tempo. Di conseguenza, il Presidente Michel ha annunciato che consulterà i leader dell'UE sulle modalità di avanzamento dei lavori.
Con lettera del 25 gennaio 2020 il Presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, aveva convocato una riunione straordinaria del Consiglio europeo sul Quadro finanziario pluriennale (QFP) dell'UE 2021-2027 per il 20 febbraio 2020.
Secondo il Presidente Michel, è giunto il momento di raggiungere un accordo, a livello di Consiglio europeo, poiché "qualsiasi rinvio causerebbe seri problemi pratici e politici, oltre a compromettere la prosecuzione dei programmi e delle politiche attuali nonché la possibilità di avviarne di nuovi". Il Presidente Michel ha pertanto invitato i leader dell'UE a "dar prova di spirito di compromesso".
Il regolamento che fissa il Quadro finanziario pluriennale è adottato con una procedura legislativa speciale stabilita dall'articolo 312 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea (TFUE). Il Consiglio delibera all'unanimità previa approvazione del Parlamento europeo che, a maggioranza assoluta, può approvare o respingere la posizione del Consiglio, ma non può emendarla.
Inoltre, qualora il regolamento che fissa un nuovo Quadro finanziario non sia stato adottato alla scadenza del Quadro finanziario precedente, i massimali e le altre disposizioni vigenti nell'ultimo anno coperto sono prorogati.
Il Presidente Michel, dopo aver effettuato un ciclo di incontri con tutti i leader dell'UE, aveva presentato, il 14 febbraio 2020, una nuova proposta sull'entità complessiva del bilancio e sulle dotazioni per le diverse politiche.
Il 2 maggio 2018 la Commissione europea aveva presentato un pacchetto di misure nelle quali si delinea il prossimo QFP dell'UE per il periodo 2021-2027, predisposto per un'UE a 27 Stati membri, in considerazione del recesso del Regno Unito.
Nei negoziati sono tuttavia emerse divergenze tra gli Stati membri su varie questioni, compresa la dotazione complessiva del nuovo QFP, che ne hanno inevitabilmente rallentato lo svolgimento.
 
 
ultimi dossier