tema 9 marzo 2018
Studi - Giustizia
Nuovi reati

Nella XVII legislatura, insieme a politiche di limitazione della tendenza panpenalistica dell'ordinamento - testimoniate in particolare dalle abrogazioni di reati e dalla depenalizzazione di reati minori - va ricordata, anche sull'onda di emergenti illeciti di particolare allarme sociale, l'introduzione di nuove fattispecie di reato e l'aggravamento di illeciti già esistenti. Sono stati infatti aggiunti al codice penale nuovi delitti - come l'omicidio stradale, il traffico di organi, la tortura, il depistaggio - e riformati importanti istituti come l'intermediazione illecita di lavoro (il cd. caporalato). Pur approvati da un solo ramo del Parlamento devono ricordarsi, infine, i tentativi di riforma della legittima difesa domiciliare e della diffamazione a mezzo stampa.

 
-