tema 14 luglio 2021
Studi - Difesa Le misure in materia di Difesa previste dal D.L. n. 73 del 2021 ("Sostegni-bis")

Il decreto n. 73 del 2021, cosiddetto "Sostegni-bis" (A.C. 3132) contiene numerose misure di interesse della Difesa, fra cui norme in tema di sanità militare, di rinnovo dei contratti del personale della Difesa e del dispositivo "Strade sicure" .

apri tutti i paragrafi

Nel D.L. n. 73 del 2021 (A.C. 3132) sono contenute le seguenti disposizioni in materia di Difesa:

  • l'articolo 7-ter, che consenteinterventi di recupero, riconversione funzionale e valorizzazione di beni demaniali ad uso militare situati all'interno di parchi nazionali, anche con nuove destinazioni d'uso compatibili e proporzionate alle tutele ivi vigenti, da rendere fruibili mediante gestione diretta, alienazione o concessione d'uso.

  • l'articolo 30, che contiene disposizioni relative al Servizio Sanitario Militare e al Servizio Sanitario della Guardia di Finanza, oltre ad alcune previsioni sui rinnovi contrattuali del personale delle Forze Armate.
In particolare, i  commi da 1 a 3 contengono alcune autorizzazioni di spesa per il servizio sanitario militare e per quello della Guardia di Finanza:  63.249.247 euro per il 2021, per il potenziamento della Sanità militare (comma 1), 16.500.000 euro per la realizzazione di un reparto di infialamento dei farmaci, da costituirsi all'interno dello stabilimento chimico farmaceutico militare di Firenze (comma 2), 2 milioni di euro per il 2021 per il Servizio sanitario della Guardia di finanza (comma 3). Durante l'esame parlamentare sono stati introdotti i commi 1-bis,1-ter e 1-quater, che autorizzano per l'anno 2021 la spesa di 10 milioni di euro per procedere alla dematerializzazione degli archivi della Sanità Militare (comma 1- bis) e 1,5 milioni di euro per procedere alla dematerializzazione degli archivi e alla digitalizzazione dei processi di lavoro del Servizio sanitario della Guardia di Finanza (comma 1- ter). 
I commi da 4 a 6 riguardano la corresponsione dei pagamenti per lavoro straordinario e del compenso forfetario di impiego per talune tipologie di personale militare: il personale militare costantemente impiegato nelle sale operative centrali e periferiche, il personale militare medico, paramedico e di supporto, impiegato nei "Drive Through" dell'Operazione Igea e nei Presidi Vaccinali della Difesa, e il personale militare, indispensabile ad assicurare lo svolgimento delle attività di stoccaggio, movimentazione e trasporto dei vaccini.
Il comma 7 prevede la possibilità di bandire un ulteriore concorso nell'anno 2021 per il reclutamento straordinario di marescialli in possesso di laurea per le professioni sanitarie e relativa abilitazione professionale, per i posti eventualmente non coperti con il concorso del 2020.
Durante l'esame parlamentare sono stati introdotti i commi 7-bis e 7-ter, che consentono l'arruolamento temporaneo, a domanda, di 16 ufficiali medici e 7 sottufficiali infermieri
Sempre durante l'esame parlamentare sono stati introdotti i commi 7-quater e 7-quinquies, riguardanti i rinnovi contrattuali del personale dei comparti Difesa, Sicurezza e Soccorso Pubblico. Il comma 7-quater autorizza la spesa di 77 milioni di euro a decorrere dal 2021, indirizzata ai provvedimenti negoziali relativi al triennio 2019-2021 per il personale delle Forze armate e delle Forze di polizia e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco. Il comma 7-quinquies destina un Fondo (già esistente) per le medesime Forze armate e di polizia e Corpo nazionale dei vigili del fuoco, agli istituti normativi e ai trattamenti economici accessori, nell'ambito dei rispettivi provvedimenti negoziali, nonché estende per un triennio (ulteriore, rispetto a quello fin qui previsto) la disapplicazione del limite (di risorse) previsto dalla disposizione vigente per la negoziazione economica del personale dirigente delle Forze armate e delle Forze di polizia.
Il comma 8 introduce alcune modifiche alla disposizione che permette svolgimento delle attività di medicina generale ai medici delle Forze armate, della Guardia di Finanza e della Polizia di Stato che abbiano maturato almeno quattro anni di attività, di svolgere attività di medicina generale.

  • l'articolo 30-bis, introdotto durante l'esame parlamentare, integra il Codice dell'Ordinamento Militare per introdurre misure di semplificazione finalizzate ad agevolare la produzione delle industrie facenti capo ad Agenzia Industrie Difesa, che viene esentata dall'obbligo di munirsi di alcune tipologie di licenze per lo svolgimento delle attività istituzionali e per l'iscrizione al Registro nazionale delle imprese operanti nel settore dei materiali di armamento.

  • l'articolo 74, commi 1 e 2, che proroga dal 30 aprile al 31 luglio 2021 l'impiego delle 753 unità aggiuntive di personale delle Forze armate dell'operazione "Strade Sicure" in relazione all'emergenza Covid, con una spesa stimata di 7.670.674 euro per l'anno 2021, comprensiva degli oneri connessi alle prestazioni di lavoro straordinario.

  • l'articolo 74-ter, introdotto durante l'esame parlamentare, che istituisce un Fondo destinato a fornire un contributo economico ai familiari del personale delle Forze Armate impegnato nell'emergenza COVID-19 deceduto per una patologia contratta in relazione al contagio dal virus. Tale Fondo viene istituito nello stato di previsione del Ministero della Difesa e il contributo grazie ad esso erogato opera nel limite di spesa di 1,5 milioni di euro per l'anno 2021.

  • l'articolo 75 estende ai procedimenti penali militari l'efficacia di alcune disposizioni di semplificazione già previste per l'esercizio dell'attività giurisdizionale comune e finalizzate a garantire, nel perdurare della emergenza sanitaria da Covid-19, la tutela della salute e la conduzione dell'attività giudiziaria.
ultimo aggiornamento: 14 luglio 2021
 
temi di Difesa e Sicurezza
 
-