tema 15 dicembre 2020
Rapporti con l'Unione europea Consiglio europeo - Bruxelles, 10 e 11 dicembre 2020
apri tutti i paragrafi

Il Consiglio europeo del 10 e 11 dicembre 2020 ha adottato delle conclusioni sui seguenti temi:

  • Covid-19, con riferimento alle iniziative condotte a livello europeo per contrastare la pandemia e garantire la tempestiva diffusione e di distribuzione dei vaccini;
  • cambiamenti climatici, approvando la proposta della Commissione europea di tagliare le emissioni di almeno il 55% entro il 2030 e ulteriori iniziative per conseguire l'obiettivo della neutralità climatica dell'UE per il 2050;
  • sicurezza, con particolare riferimento ad iniziative per contrastare il terrorismo e l'estremismo violento e promuovere il corretto funzionamento dello spazio Schengen, attraverso il rafformazmento delle cooperazione giudiziaria e di polizia;
  • relazioni esterne, in riferimento alla situazione nel Mediterraneo orientale e le relazioni con la Turchia, dando mandato al Consiglio dell'UE di integrare la lista di soggetti sottopposti al regime di sanzioni esistente per le attività  illegali di trivellazione nel Mediterraneo orientale e all'Alto Rappresentante di presentare un rapporto sulla sitazione in corso in occasione del Consiglio europeo di marzo 2021 e di presentare proposte per una conferenza multilaterale sul Mediterraneo orientale. Il Consiglio europeo ha inoltre adottato conclusioni sulle prospettive delle relazioni con i paesi del vicinato meridionale e delle relazioni UE- USA e in merito alla centrale nucleare bielorussa di Ostrovets;
  • negoziati sul Quadro finanziario pluriennale dell'UE 2021-2027 e sull'associato programma Next Generation EU: il Consiglio europeo ha approvato una dichiarazione interpretativa sull'introduzione di una condizionalità per l'erogazione dei fondi legata al rispetto dello Stato di diritto (al fine di superare il veto posto dai Governi ungherese e polacco). In ragione di tale dichiarazione, il Consiglio europeo ha invitato il Parlamento europeo e il Consiglio dell'UE a intraprendere immediatamente i passi necessari per l'adozione dell'intero pacchetto, compresi il regolamento sul Quadro finanziario pluriennale e la decisione sulle risorse proprie, e gli Stati membri a fare tutto il possibile per approvare la decisione sulle risorse proprie conformemente alle rispettive norme costituzionali in vista della sua rapida entrata in vigore.

A margine del Consiglio europeo si è tenuto, inoltre, il Vertice euro (nel formato inclusivo comprendente i 27 Stati membri) che ha adottato delle dichiarazioni con cui, in particolare: ha accolto con favore l'accordo raggiunto lo scorso 30 novembre in sede di Eurogruppo in formato inclusivo sulla riforma del Meccanismo europeo di stabilità (MES), che include l'introduzione anticipata del sostegno comune (common backstop) al Fondo di Risoluzione Unico; ha invitato l'Eurogruppo in formato inclusivo a elaborare su base consensuale un piano di lavoro graduale e con scadenze definite su tutti gli elementi in sospeso necessari per completare l'Unione bancaria; ha chiesto rapidi progressi per l'attuazione del nuovo Piano d'azione, presentato dalla Commissione europea, in merito all'Unione dei mercati dei capitali.

Per maggiori informazioni si rinvia al dossier.

Nella seduta di mercoledì 9 dicembre 2020 si sono svolte alla Camera dei deputati le comunicazioni del Presidente del Consiglio in vista del Consiglio europeo del 10 e 11 dicembre, al termine delle quali la Camera ha approvato le risoluzioni Delrio, Davide Crippa, Boschi, Fornaro, Schullian, Tabacci, Emanuela Rossini n. 6-00159 e Molinari, Gelmini, Lollobrigida e Lupi n. 6-00162.

ultimo aggiornamento: 7 dicembre 2020
 
dossier
 
temi di L' Italia e l' Unione europea
 
temi di Politica economica e finanza pubblica
 
-