tema 6 agosto 2018
Studi Camera - Affari Esteri Politica estera e questioni globali Cessione di unità navali alla Libia

L'Aula di Montecitorio ha approvato oggi, in via definitiva, il disegno di legge di conversione del decreto-legge n. 84 del 2018 (C. 1004-A), già approvato dall'altro ramo del Parlamento, riguardante la cessione alla Libia di unità navali da parte del nostro Paese.

apri tutti i paragrafi

Il disegno di legge disciplina all'articolo 1 la cessione al Governo libico, di complessive 12 unità navali al fine di incrementare la capacità operativa della Guardia costiera del Ministero della difesa e degli organi per la sicurezza costiera del Ministero dell'interno libici nelle attività di controllo e di sicurezza per il contrasto dell'immigrazione illegale e della tratta di esseri umani.

Più nel dettaglio,il provvedimento autorizza la cessione a titolo gratuito al Governo libico, con contestuale cancellazione dai registri inventariali e dai ruoli speciali del naviglio militare dello Stato, di motovedette fino a un massimo rispettivamente  di dieci unità navali, classe 500, fra quelle in dotazione al Corpo delle capitanerie di porto-Guardia costiera e due unità navali, da 27 metri,fra quelle in dotazione alla Guardia di finanza (articolo 1).

L'articolo successivo autorizza, per l'anno 2018, la spesa di complessivi 1.370.000 euro per garantire la manutenzione delle singole unità navali cedute e per lo svolgimento di attività addestrativa e di formazione del personale della Guardia costiera libica, ai fini di potenziarne la capacità operativa nel contrasto all'immigrazione illegale e alla tratta di esseri umani. La spesa autorizzata per il Ministero delle infrastrutture è pari a 800.000 euro.

Per l'attività di addestramento relativa alla cessione delle due unità navali da 27 m della Guardia di finanza, i costi complessivi sono stimati in 400.000 euro per l'addestramento dei due equipaggi, composti da 14 unità ciascuno. Per la formazione si prevede un corso, da svolgersi presso la Scuola nautica del Corpo di Gaeta, della durata di tre settimane per 28 frequentatori più due tutor. A ciò si aggiungono i costi di gestione manutentiva stimati in 170.000 euro.

L'articolo 2-bis, introdotto durante l'esame presso l'altro ramo del Parlamento, prevede l'adozione di un decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con i Ministri della difesa, dell'interno, dell'ambiente e delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo che fisserà le modalità di utilizzo degli aeromobili a pilotaggio remoto, ai fini dell'attività di ricerca e soccorso e di polizia marittima, nonché per l'espletamento dei compiti d'istituto assegnati al Corpo delle capitanerie di porto-Guardia costiera.  

ultimo aggiornamento: 3 agosto 2018
 
dossier
 
temi di Politica estera e questioni globali