provvedimento 26 maggio 2021
Studi - Istituzioni D.L. 44/2021 - Decreto COVID aprile 2021

Il 25 maggio 2021 la Camera ha approvato definitivamente il disegno di legge di conversione del decreto-legge 1° aprile 2021, n. 44. Il decreto-legge reca misure urgenti per il contenimento dell'epidemia da COVID-19, in materia di vaccinazioni anti SARS-CoV-2, di giustizia e di concorsi pubblici. 

apri tutti i paragrafi

Il decreto-legge n. 44 del 1° aprile 2021, nel testo originario:

  • dispone circa le misure di contenimento dell'epidemia da applicare nel periodo dal 7 aprile al 30 aprile 2021. A tal riguardo, fa rinvio alle misure del DPCM 2 marzo 2021); prevede l'applicazione delle misure di 'zona arancione', per tutte quelle zone che diversamente sarebbero 'in giallo'; là dove si applichino le misure di zona arancione, conferma le limitazioni agli spostamenti verso le abitazioni private abitate; conferma i meccanismi che presiedono all'adozione di misure più restrittive, per regioni (o parti del loro territorio) che versino in particolari condizioni di contagio (o di misure ampliative, in situazioni opposte, previa intesa con il Ministro della salute); infine conferma l'apparato sanzionatorio per le trasgressioni delle misure (articolo 1);
  • dispone in ordine alle attività scolastiche e didattiche, per il periodo dal 7 aprile al 30 aprile 2021. In particolare, dispone lo svolgimento comunque in presenza delle attività, fino al primo anno di frequenza della scuola secondaria di primo grado. Per gli altri anni di istruzione, le previsioni sono invece 'graduate', a seconda ci si riferisca a zone rosse ovvero a zone gialle e arancioni. Specifica previsione (circa l'attività in presenza) concerne l'inclusione degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali (articolo 2);
  • esenta i somministratori del vaccino contro il COVID-19 (i quali si siano attenuti alle indicazioni concernenti la relativa somministrazione) dalla responsabilità penale per omicidio colposo o lesioni personali colpose, qualora tali eventi si producano in conseguenza della vaccinazione (articolo 3);
  • disciplina un obbligo di vaccinazione contro il COVID-19 per il personale sanitario e socio-sanitario (articolo 4);
  • regola la manifestazione del consenso al vaccino contro il COVID-19, per i soggetti che versino in condizioni di incapacità naturale (articolo 5);
  • detta un novero di disposizioni urgenti - valevoli fino al 31 luglio 2021 - per l'esercizio dell'attività giudiziaria (con riguardo anche al processo contabile) in tempo di emergenza pandemica (articolo 6);
  • autorizza il Consiglio nazionale dell'ordine professionale dei giornalisti (qualora lo ritenga necessario onde adeguare i sistemi telematici) a posporre di 180 giorni (lo svolgimento (con modalità telematica) delle elezioni degli organi territoriali e nazionali dell'ordine dei giornalisti (articolo 7);
  • proroga al 31 maggio 2021 - termine poi esteso al 31 luglio 2021 con modifica apportata dal Senato in prima lettura - sia un termine temporale posto nell'ambito della disciplina transitoria e speciale relativa alle assunzioni a tempo indeterminato nelle pubbliche amministrazioni di lavoratori socialmente utili o impegnati in attività di pubblica utilità sia il termine relativo ai contratti di lavoro a tempo determinato degli enti pubblici della Regione Calabria con soggetti già impegnati in lavori socialmente utili o di pubblica utilità. Inoltre, amplia l'arco temporale entro il quale è richiesto lo svolgimento delle assemblee chiamate ad approvare i bilanci consuntivi 2020, per organizzazioni non lucrative di utilità sociale (Onlus), organizzazioni di volontariato, associazioni di promozioni sociale, iscritte nei registri (articolo 8);
  • proroga termini in materia di rendicontazione del Servizio sanitario regionale (articolo 9);
  • introduce misure di semplificazione per lo svolgimento delle procedure dei concorsi per l'accesso al pubblico impiego (escluso quello in regime di diritto pubblico), da bandire o già banditi. Inoltre detta specifica previsione relativa al personale dell'Amministrazione penitenziaria e dell'esecuzione penale minorile ed esterna. E differisce il termine di vigenza delle graduatorie a scorrimento del personale del Ministero della giustizia (articolo 10);
  • reca misure urgenti per lo svolgimento delle prove scritte del concorso per magistrato ordinario indetto con decreto del Ministro della giustizia 29 ottobre 2019 (articolo 11).

 

Nel corso dell'esame presso il Senato sono state apportate una serie di modificazioni ed integrazioni: talune hanno riguardato l'articolo 1, comma 7 relativo alle sanzioni, e l'articolo 7, relativo allo svolgimento in modalità telematica delle elezioni degli organi dell'ordine dei giornalisti; altre modifiche, in maniera più ampia, hanno riguardato l'articolo 8, relativo alle assunzioni di lavoratori socialmente utili o impegnati in attività di pubblica utilità, ove le modifiche del Senato hanno investito il termine di applicazione della disciplina (stabilito al 31 luglio 2021, anziché 31 maggio) ed hanno determinato un ampliamento delle ipotesi in cui possano trovare applicazione le norme transitorie e speciali in materia di assunzioni, dettate da tale disposizione; ulteriori modifiche hanno riguardato l'articolo 10 relativo alla semplificazione dei concorsi pubblici.

Oltre a queste modificazioni, nel corso dell'esame in prima lettura presso il Senato sono state introdotte una serie di disposizioni, con le quali in particolare:

  • si ripristina l'accesso a strutture residenziali socio-assistenziali, socio-sanitarie e hospice, per familiari e visitatori muniti delle certificazioni verdi Covid-19 (articolo 1-bis);
  • si limita la punibilità alla colpa grave, in caso di omicidio colposo o lesioni personali colpose, per fatti commessi nell'esercizio di una professione sanitaria durante e a causa dell'emergenza da Covid-19 (articolo 3-bis);
  • si disciplina il voto per corrispondenza per le elezioni in tempo di emergenza dei componenti del Consiglio degli avvocati e dei procuratori dell'Avvocatura dello Stato (articolo 7-bis);
  • si dispone l'equipollenza ai fini della partecipazione alle procedure concorsuali per il reclutamento del personale appartenente alle amministrazioni pubbliche, del titolo di laurea magistrale in scienze delle religioni con i titoli di laurea magistrale in scienze storiche, in scienze filosofiche e in antropologia culturale ed etnologia (articolo 10, comma 1-bis);
  • si abbrevia la durata del 110° e del 111° corso di formazione iniziale per l'accesso alla qualifica di commissario della Polizia di Stato nonché del conseguente tirocinio operativo (articolo 10, comma 10-bis);
  • si modifica disposizione relativa all'avvalimento da parte dell'Avvocatura dello Stato di esperti in possesso di specifica competenza nello sviluppo e gestione di progetti e processi di trasformazione tecnologica e digitale (articolo 10, comma 11-bis);
  • si estende alle Autorità amministrative indipendenti la possibilità di svolgere le prove di concorso in modalità semplificata, secondo la disciplina di cui all'articolo 10 del presente decreto-legge (articolo 10, comma 11-ter);
  • si interviene - mediante norma di interpretazione autentica - su profilo inerente alla disciplina previdenziale relativa ai direttori scientifici degli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico di natura pubblica (con riduzione, ai fini della copertura finanziaria, di autorizzazione di spesa relativa all'attività e al funzionamento del Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie: articolo 10-bis);
  • si consente  anche per l'anno scolastico 2021-2022, l'attivazione di incarichi temporanei nelle scuole dell'infanzia paritarie comunali che non riescano a reperire, per le sostituzioni, personale docente abilitato (articolo 10-ter);
  • si modifica un profilo (concernente l'ambito temporale delle esperienze dirigenziali precedenti, oggetto di valutazione) della disciplina relativa alla formazione dell'elenco nazionale dei soggetti idonei alla nomina di direttore generale delle aziende sanitarie locali, delle aziende ospedaliere e degli altri enti del Servizio sanitario nazionale (articolo 10-quater);
  • si amplia la platea degli Istituti tecnici superiori (ITS) titolati ad avanzare istanza per i contributi per investimenti in conto capitale per la infrastrutturazione di sedi e di laboratori, coerenti con i processi di innovazione tecnologica 4.0 (articolo 11-bis);
  • si dettano disposizioni per il risanamento e riqualificazione urbana ed ambientale delle aree ove insistono le 'baraccopoli' della città di Messina (articolo 11-ter).
ultimo aggiornamento: 20 maggio 2021
 
dossier
 
Obiettivi Agenda 2030
Salute e benessere
 
temi di Welfare
 
-