provvedimento 19 novembre 2019
Studi Camera - Istituzioni Costituzione, diritti e libertà D.L. 104/2019: riorganizzazione dei ministeri

È stato approvato in via definitiva dalla Camera il disegno di legge di conversione del decreto-legge 104/2019. Il provvedimento trasferisce alcune funzioni e riorganizza i ministeri per i Beni e le attività culturali, delle Politiche agricole, dello Sviluppo economico, degli Affari esteri, delle Infrastrutture e trasporti e dell'Ambiente. Il provvedimento, inoltre, provvede ad incrementare e rimodulare gli stanziamenti per la revisione dei ruoli delle Forze di polizia e delle Forze armate e a prorogare le funzioni dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni.

apri tutti i paragrafi

L'articolo 1 del D.L. 104/2019 (A.C. 2242) trasferisce al Ministero dei beni e delle attività culturali le funzioni in materia di turismo già esercitate dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali in virtù del D.L 86/2018.

Gli articoli 1-bis e 1-ter recano varie misure finalizzate ad assicurare i servizi pubblici essenziali di vigilanza, protezione e conservazione dei beni culturali, nonché di valorizzazione e fruizione degli istituti e dei luoghi della cultura.

L'articolo 1-quater modifica le norme che disciplinano le attribuzioni e i compiti del Commissario straordinario per le finali di coppa del mondo e dei campionati mondiali di sci alpino, prevedendo in particolare che allo stesso spetta un compenso e introducendo l'obbligo, in capo al Commissario, di riferire, con cadenza almeno bimestrale, circa lo stato di avanzamento degli interventi programmati.

L'articolo 2 trasferisce al Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale le funzioni (con le relative risorse umane e strumentali) esercitate dal Ministero dello sviluppo economico in materia di politica commerciale e promozionale con l'estero e di sviluppo dell'internazionalizzazione del sistema Paese. Inoltre, trasferisce dal Ministero dello sviluppo economico al Ministero degli affari esteri le competenze sulle autorizzazioni per le esportazioni di materiali che rientrano nella Convenzione sulla proibizione delle armi chimiche e per le esportazioni di materiali a duplice uso.

L'articolo 3 provvede alla rimodulazione degli stanziamenti per la revisione dei ruoli e delle carriere delle Forze di polizia e delle Forze armate, che l'articolo 3-bis incrementa di 60,5 milioni annui a decorrere dal 2020. Inoltre, vengono stanziate risorse aggiuntive pari a 4.645.204 euro per il periodo dal 1° luglio al 31 dicembre 2019, per il pagamento dei compensi per prestazioni di lavoro straordinario svolte dal personale delle Forze armate impegnati nell'operazione "Strade sicure".

L'articolo 3-ter apporta alcune limitate modifiche alle qualifiche e al trattamento economico del Corpo nazionale dei vigili del fuoco.

L'articolo 4 istituisce, fino al 31 dicembre 2020, la struttura tecnica per il controllo interno del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, con una dotazione di 15 unità di personale.

L'articolo 5 ridefinisce l'organizzazione del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare superando il modello incentrato sulla figura del segretario generale e sulle direzioni generali e adottando una struttura per dipartimenti, individuati nel numero massimo di due.

L'articolo 6 dispone il decremento di un posto di livello dirigenziale generale nell'ambito della dotazione organica del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca.

L'articolo 7 stabilisce la proroga delle funzioni, limitatamente agli atti di ordinaria amministrazione e a quelli indifferibili e urgenti, per il Presidente e i componenti del Consiglio dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni fino all'insediamento del nuovo Consiglio, e comunque fino a non oltre il 31 dicembre 2019.

ultimo aggiornamento: 11 novembre 2019
 
dossier
 
temi di Costituzione, diritti e libertà