segnalazione 9 luglio 2020
Studi - Agricoltura Pubblicato il decreto ministeriale sull'anticipo dei contributi della Politica agricola comune
E' stato pubblicato, nella Gazzetta Ufficiale del 7 luglio 2020, il decreto ministeriale 5 giugno 2020, che attua l'art. 78 del decreto-legge n. 18 del 2020 (convertito, con modificazioni, dalla legge n. 27 del 2020), il quale ha modificato la disciplina relativa all'anticipo dei contributi PAC, relativa al 2020, introducendo il comma 4-bis all'art. 10-ter del decreto-legge n. 27 del 2019 (convertito, con modificazioni, dalla legge n. 44 del 2019).

Secondo il decreto in esame, in attuazione del suddetto art. 10-ter, comma 4-bis del DL 27/2019, gli organismi pagatori riconosciuti possono concedere un'anticipazione delle somme dovute agli agricoltori nell'ambito dei regimi di sostegno previsti dalla politica agricola comune di cui al regolamento (UE) n. 1307/2013. L'anticipazione viene concessa agli agricoltori applicando i tassi di interesse di mercato definiti in base ai tassi di riferimento stabiliti ai sensi della comunicazione della Commissione europea 2008/C 14/02. L'anticipazione così concessa non comporta elementi di aiuto di Stato.

Gli interessi da corrispondere sull'anticipazione sono compensati agli agricoltori mediante una sovvenzione diretta che costituisce aiuto di Stato notificato.

Gli organismi pagatori fanno fronte all'erogazione dell'anticipazione attraverso movimenti sulla liquidità messa a disposizione dal Ministero dell'economia e delle finanze.

L'organismo pagatore concede, contestualmente all'erogazione dell'anticipazione, entro il 31 luglio 2020, una sovvenzione, di importo uguale al valore degli interessi applicati alla somma anticipata (pari al 70 per cento del valore del portafoglio titoli dell'agricoltore, come risultante dal registro nazionale titoli 2019), per il periodo decorrente dalla data di erogazione dell'anticipo alla data del 30 giugno dell'anno successivo, attualizzati con il metodo indicato nella citata comunicazione della Commissione europea 2008/C 14/02.

La compensazione dell'anticipazione effettuata è operata a partire dal 16 ottobre 2020, mediante trattenuta del relativo importo in sede di erogazione degli aiuti PAC corrisposti ai beneficiari, prioritariamente a valere sulla domanda unica 2020.
-