area tematica
Banche e mercati finanziari

Con riferimento al settore bancario, si segnala in primo luogo che il decreto-legge "crescita" (Decreto-legge n. 34 del 2019) ha prorogato  dal 31 dicembre 2019 al 31 dicembre 2020 il termine per l'attuazione della riforma delle banche popolari prevista dal decreto legge n. 3 del 2015

Il provvedimento ha inoltre modificato la disciplina del Fondo indennizzo risparmiatori (FIR) disponendo – accanto alle ordinarie procedure di ristoro – anche una procedura di indennizzo forfettario. Con la pubblicazione del decreto attuativo dell'8 agosto 2019, dal 22 agosto 2019 è possibile presentare le relative domande esclusivamente attraverso procedura telematica sul relativo portale. Il Fondo, istituito dalla legge di bilancio 2019, 30 dicembre 2018, n. 145 nello stato di previsione del MEF, ha avuto una dotazione finanziaria iniziale di 525 milioni di euro per ciascuno degli anni 2019, 2020 e 2021, ed è rivolto a coloro che hanno subìto un pregiudizio ingiusto da parte di  banche e loro controllate aventi sede legale in Italia e poste in liquidazione coatta amministrativa dopo il 16 novembre 2015 e prima del 1° gennaio 2018. Per ulteriori informazioni si rinvia ai dossier Legge di bilancio 2019 - Quadro di sintesi degli interventi e La legge di bilancio per il 2019.

 

Nella Nota di aggiornamento al DEF per il 2019 Il Governo intende sostenere il completo risanamento del sistema bancario, rafforzare le tutele per i risparmiatori e stimolare i canali di finanziamento delle imprese alternativi a quello bancario.

.

La legge n. 28 del 2019 ( A.C. 1353) ha istituito una Commissione bicamerale di inchiesta sul sistema bancario e finanziario: essa è costituita da un pari numero di senatori e deputati, nominati dai presidenti delle Camere in proporzione al numero dei componenti dei gruppi.

 

Nella riunione del 12 settembre 2019 il Consiglio direttivo della Banca centrale europea (BCE) ha abbassato di diceci punti base il tasso di interesse sui depositi presso la banca centrale (da -0,40% a -0,50%). Il tasso di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali e il tasso sulle operazioni di rifinanziamento marginale sono rimasti invariati. 

L'Istituto ha poi rilanciato la misura di quantitative easing, ovvero il programma straordinario di acquisto di titoli già intrapreso in passato per un ammontare mensile pari a 20 miliardi, a partire dal 1° novembre 2019 e senza un termine finale. 

Per sostenere il canale bancario di trasmissione della politica monetaria, è stato annunciato inoltre un sistema a due livelli per la remunerazione delle riserve, in cui parte della liquidità in eccesso detenuta dalle banche sarà esente dal pagamento del tasso di interesse negativo sui depositi presso la banca centrale.

  

La Camera ha individuato le forme procedurali idonee a dare attuazione alla disciplina recata dai Regolamenti europei n.1024/2013 e n. 806/2014, in materia di banking dialogue, ovvero di interlocuzione con la Banca centrale europea e con il Comitato di risoluzione unico, al fine di consentire alla Camera dei deputati di esercitare con maggiore incisività le sue funzioni e di interloquire efficacemente con le predette autorità. Si veda, al riguardo, la  lettera tramessa dal Presidente della Camera alla VI Commissione Finanze.

Con riferimento ai mercati finanziari e alle società quotate, il decreto-legge 21 settembre 2019, n. 105, in materia di di sicurezza nazionale cibernetica, estende l'ambito operativo delle norme in tema di poteri speciali esercitabili dal Governo nei settori ad alta intensità tecnologica (cd. golden power) e riprende, integrandole, le previsioni del decreto-legge n. 64 del 2019, non convertito in legge.

Il menzionato decreto "crescita" ha inoltre attribuito alla Consob poteri inibitori nei confronti dei fornitori di connettività alla rete internet e dei gestori di altre reti telematiche o di telecomunicazione, per contrastare le iniziative di chi offre o svolge servizi o attività di investimento senza esservi abilitato; sono state introdotte norme in materia di Fintech, che istituiscono uno spazio sperimentale tecnico normativo, con una regolamentazione semplificata, per le imprese operanti nel settore finanziari attraverso la tecnologia (regulatory sandbox). Inoltre è stato prorogato il termine per il rilascio della garanzia dello Stato sulle nuove obbligazioni di banca Carige; infine sono state inserite agevolazioni fiscali, sotto forma di credito d'imposta per imposte differite attive, in favore di aziende – anche creditizie - del Mezzogiorno. 

 
speciale provvedimenti
 
temi