area tematica
Agricoltura e biodiversità

Le politiche agricole appartengono a diversi ambiti di competenza in base a quello che rappresenta l'interesse prevalente nel disciplinare l'intervento. 

L'attività agricola di per sé rientra tra le competenze esclusive regionali; numerosi aspetti di natura civilistica, tributaria, di regolazione dei mercati e di interesse ambientale necessitano, però, di un intervento statale.

Prevalente risulta, poi, la normativa europea, considerato che la Politica agricola comune rientra tra le competenze concorrenti dell'Unione europea.

I principali interventi attuati nel corso della Legislatura sono rivenibili, in parte, nel decreto-legge n.27 del 2019, dedicato alla risoluzione di alcune questioni urgenti del settore, e, in parte, nelle leggi di bilancio per il 2019 e per il 2020.

Sono, poi, in corso di esame presso il Parlamento alcuni provvedimenti di riforma del settore di iniziativa parlamentare, tra i quali, la riforma della normativa sul metodo di produzione biologico (S.988),  sulla vendita diretta (S. 878) e sulla disciplina delle vendite sottocosto,  sul divieto delle aste a doppio ribasso e sulla disciplina di una filiera etica di produzione (S.1373), approvate dalla Camera e all'esame del Senato, nonché l'introduzione di una specifica normativa sulle piccole produzioni locali (C.2115), approvata dal Senato e trasmessa alla Camera.

Sono, inoltre, all'esame della Commissione Agricoltura della Camera numerose proposte, tra le quali, quelle di riforma del settore della pesca (C.338 e abb), di semplificazione (C.982), di disciplina del florovivaismo (C.1824), e di disciplina dell'agricoltura contadina (C.2935 ed abb).

 
speciale provvedimenti
 
temi