segnalazione 13 dicembre 2018
Studi Camera - Cultura Pubblicati i risultati dell'Indagine Eurostudent 2016-2018 sugli studenti universitari italiani

Studiano molto. Non si accontentano della laurea, ma mirano a proseguire la formazione con percorsi post universitari. Partecipano a programmi di mobilità internazionale. Fanno piccoli lavori part-time per mantenersi e per non pesare sulle famiglie. È il ritratto degli universitari italiani che emerge dall'Ottava Indagine Eurostudent per il periodo 2016-2018.

La ricerca, finanziata dal Miur e condotta dal Centro Informazioni Mobilità Equivalenze Accademiche (Cimea), disegna il profilo dello studente universitario italiano così come si è venuto a delineare negli ultimi tre anni e consente di confrontarlo, sulla base di indicatori condivisi, con quello dei suoi colleghi degli altri 27 Paesi europei che hanno partecipato all'Indagine.

Qui la sintesi dei risultati.

Qui il comunicato del Miur.