segnalazione 7 febbraio 2019
Studi Camera - Affari Sociali Autonomie regionali e sanità: avviata dalla Fondazione Gimbe una consultazione pubblica sulle proposte autonomistiche di Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna con la finalità di mettere in luce possibili disequilibri derivanti dal regionalismo differenziato

La Fondazione Gimbe ha lanciato il 6 febbraio una consultazione pubblica sul regionalismo differenziato e la tutela della salute pubblica, in vista del prossimo incontro tra Presidenti delle regioni Emilia Romagna, Lombardia e Veneto e Governo per negoziare un potenziamento dell'autonomia regionale, in attuazione dell'art. 116 della Costituzione che attribuisce alle Regioni "ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia".

La finalità della consultazione è mettere adeguatamente in luce i possibili disequilibri, anche solidaristici, derivanti dall'attuazione del regionalismo differenziato (qui la tavola sinottica delle richieste di maggiore autonomia della tre regioni).

In proposito si ricorda il Dossier n. 16/2018 del Servizio Studi del Senato, Ufficio ricerche sulle questioni regionali e delle autonomie locali, sul Regionalismo differenziato e gli accordi preliminari con le regioni Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto.