area tematica
Fisco

La XVIII Legislatura si è aperta con la presentazione del Documento di Economia e Finanza -DEF per l'anno 2018

Con riferimento alle politiche fiscali, il DEF prevede la possibilità di sostituire le clausole di salvaguardia che prevedono un aumento delle aliquote IVA a partire dal 2019 con misure alternative, anche al fine di evitare una minore crescita del PIL in termini reali e un rialzo dell'inflazione che si determinerebbe con il predetto aumento. La Camera e il Senato, nelle distinte risoluzioni approvate il 19 giugno 2018,  impegnano il Governo a confermare la sterilizzazione delle predette clausole di salvaguardia. 

Si ricorda inoltre che nel mese di giugno 2018 il Ministero dell'economia e delle finanze ha riferito che nei primi quattro mesi dell'anno le entrate tributarie erariali accertate in base al criterio della competenza giuridica ammontano a 128.217 milioni di euro, segnando un incremento di 3.533 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (+2,8%). Al risultato contribuiscono sia le imposte dirette (+2,9%) sia quelle indirette (+2,8%). 

Per quanto riguarda gli immobili pubblici, il DEF dichiara che nel triennio 2015-2017 gli introiti dalla vendita degli immobili di proprietà pubblica sono ammontati a 2,55 miliardi, di cui 79 milioni per immobili delle amministrazioni centrali, 1,75 miliardi per immobili degli enti locali e 721 milioni per immobili degli enti previdenziali. Per il triennio 2018-2020, le dismissioni del patrimonio immobiliare pubblico sono stimate complessivamente in 690 milioni per il 2018, 730 milioni per il 2019 e 670 milioni per il 2020.

Il decreto-legge n. 87 del 2018, cd. decreto dignità, ha tra l'altro:

  • modificato la disciplina dei contratti di lavoro a termine, di somministrazione di lavoro e in materia di licenziamento illegittimo;
  • posto condizioni e limiti alla delocalizzazione delle imprese;
  • vietato la pubblicità su giochi e scommesse e innalzano la misura del prelievo erariale unico sulle vincite da apparecchi da gioco;
  • ridefinito il regime giuridico e fiscale dello sport dilettantistico;
  • ridisegnato il perimetro e i termini di alcuni adempimenti posti a carico dei contribuenti (redditometro, spesometro, split payment e fatturazione elettronica) e prorogato il regime di compensazione per le cartelle esattoriali.

 Ulteriori interventi fiscali hanno riguardato le popolazioni colpite dal sisma nel Centro Italia (decreto-legge n. 55 del 2018). Per tali soggetti si è provveduto, sostanzialmente, alla sospensione di termini di pagamento, rate di mutui, adempimenti e versamenti tributari.

 In materia di lotta all'evasione fiscale, si segnala il recepimento della direttiva ATAD contro le pratiche di elusione fiscale (A.G. 42) che incidono direttamente sul funzionamento del mercato interno. In particolare, sono previste norme sulla deducibilità degli interessi passivi, sull'imposizione in uscita (exit tax), nonché sulla tassazione dei proventi di società controllate non residenti (disciplina CFC).

Il decreto legislativo n. 105 del 2018 ha integrato la disciplina del Terzo settore introducendo rilevanti novità nella disciplina fiscale di tali enti.

 Per una panoramica delle misure adottate in ambito fiscale durante la XVII Legislatura, si rinvia alla relativa documentazione.

?
 
speciale provvedimenti
 
temi